giovedì 30 ottobre 2014

Il miele: proprietà e benefici



Il miele, utilizzato sin dall'antichità, ancora oggi viene considerato come allora "cibo degli dei".
Già le popolazioni antiche, ancor prima di Cristo, ne sapevano sfruttare le innumerevoli proprietà benefiche.

Questo magico prodotto viene estratto tramite centrifugazione dall'apicoltore e nasce dalla trasformazione effettuata dalle api delle secrezioni del nettare e della melata, secrezione zuccherina che le api, in casi di scarsa fioritura, sanno sfruttare come fonte zuccherina alternativa.
E' l'unica sostanza dolce che mantiene tutte le sue caratteristiche intatte perché non subisce nessuna modifica da parte dell'uomo.
E' un prodotto naturale che meriterebbe di esser presente in tutte le case, per via di tutti i benefici che esercita: è un ottimo alimento energetico facilmente assimilabile e digeribile composto da fruttosio, glucosio, acqua, enzimi, sali minerali e vari componenti naturali.

Adatto soprattutto per bambini e atleti (a chi pratica sport a livello agonistico, consigliano di assumerlo sia prima che immediatamente dopo lo sforzo fisico. Permette di fortificare i muscoli e aumenta la resistenza fisica e favorisce un veloce recupero. Ho letto che lo scalatore Edmond Hillary, che per primo conquistò l’Everest, consumò parecchi kg di miele durante la scalata); contiene sostanze antibiotiche e antibatteriche ed è assai digeribile; molti lo conoscono e lo usano per calmare la tosse in quanto è un ottimo antiinfiammatorio per la gola, ma oltre a questo ha un'azione cardiotropa, aiuta a disintossicare i reni e il fegato e ha un'azione stimolante per l'intero apparato digerente; fa bene al sistema nervoso e ha effetti contro l'insonnia.
Ottimo per chi ha problemi di anemia e anche per chi necessita di integrare maggiormente calcio e magnesio.

Il miele può essere considerato fonte di longevità dato che studi hanno dimostrato che rallenta il processo fisiologico dell'invecchiamento oltre al fatto che studi statistici hanno dimostrato che gli apicoltori vivono generalmente più della media della popolazione.
Ovviamente per chi soffre di diabete e per chi per problemi alimentari e deve sostenere una dieta ipocalorica, il miele è controindicato.
Il suo apporto energetico è di 320 Kcal per 100 gr di prodotto.

[Ringrazio in particolar modo il mio papà che pratica per sana e umile passione l'apicoltura da più di 30 anni e mi ha trasmesso l'amore per questo alimento.]


     


mercoledì 29 ottobre 2014

Pasta con broccoli e pomodorini secchi / Pasta with broccoli and dried tomatoes




Ingredienti per 4 persone:
400 gr di pasta corta
400 gr di broccoli
olio extravergine di oliva
sale, pepe nero
pomodorini secchi q.b.
grana Padano grattugiato

Preparazione:
Portare a bollore dell'acqua salata in una pentola capiente.
Appena l'acqua inizia a bollire, versare la pasta e i broccoli assieme e cuocere al dente facendo riferimento ai minuti indicati nella confezione della pasta.
A cottura ultimata, scolare la pasta e i broccoli.
Versare il tutto in una padella e far rosolare per 2 minuti, aggiungendo 1 cucchiaio di olio.
Mescolare, aggiungere del formaggio grattugiato e dei pomodorini secchi, sale, pepe e servire.

ENGLISH VERSION

Ingredients for 4 servings:
400 gr short pasta
400 gr of fresh broccoli florets
extra virgin olive oil
salt, black pepper
dried tomatoes
grated Parmesan cheese

Method:
Bring a large pot of salted water to a boil.
When water boils, add pasta and broccoli at the same time and cook al dente.
Drain the pasta and broccoli.
Return the pot to the heat and roast for 2 minutes. 
Add 1 tablespoon of olive oil. 
Mix well, add grated cheese and dried tomatoes, salt and pepper to taste, mixing well.


     

Brownies soffice al limone / Soft lemon brownies recipe




Ingredienti:
150 gr di farina 00
80 gr di burro
2 uova
1 limone non trattato
120 grammi di zucchero
un pizzico di lievito per dolci
zucchero a velo

Procedimento:
In una terrina unire il burro con lo zucchero.
Unire la buccia ed il succo del limone e mescolare. Unire le uova, la farina e il lievito.
Versare il composto in una tortiera rettangolare e cuocere a 180°C per 15 minuti.
Far raffreddare e spolverizzare abbondantemente di zucchero a velo.

ENGLISH VERSION

Ingredients:
150 gr all-purpose flour
80 gr unsalted butter
2 eggs
1 untreated lemon
120 gr sugar
a pinch of yeast
Icing sugar

Method:
In a mixing bowl beat butter with sugar,
Combine lemon zest and juice and toss well.
Add eggs, flour and yeast.
Pour the batter into a rectangular cake tin and bake at 356°F for 15 minutes.
Let it cool and sprinkle with icing sugar plenty.


     

venerdì 24 ottobre 2014

Torta cocco e limone / Lemon and coconut cake recipe




Ingredienti:
3 uova
150 gr di cocco disidratato
150 gr di farina 00 "Il Molino Chiavazza"
120 gr di zucchero semolato
1 bustina di lievito in polvere
2 limoni non trattati
80 gr di burro
1 tazzina di latte
sale
zucchero a velo

Procedimento:
Accendere il forno.
In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero e giusto un pizzico di sale.
Poi aggiungere la scorza dei 2 limoni, il burro, il latte, la farina, il cocco e il lievito.
Mescolare per bene gli ingredienti con lo sbattitore fino ad avere un composto omogeneo.
Versare l'impasto nella tortiera ricoperta di carta forno.
Infornare a 180°C per circa 30 minuti.
Sfornare, far raffreddare e spolverizzare con lo zucchero a velo.

ENGLISH VERSION

Ingredients:
3 eggs
150 gr coconut flour
150 gr all-purpose flour by "Il Molino Chiavazza"
120 gr granular sugar
1 pack of yeast
2 un-treated lemons
80 gr butter
1 small cup of milk
salt
icing sugar

Directions:
Preheat oven.
In a mixing bowl beat eggs with sugar and just a touch of salt.
Combine grated lemon zest, butter, milk, flour, coconut flour and baking powder.
Mix well the ingredients until blended with the electric beater.
Spoon the batter into the cake tin.
Bake at 356°F for about 30 minutes.
Remove from oven, let it cool and dust with icing sugar.


     

giovedì 23 ottobre 2014

Le farine: usi e proprietà


photo


Chi ama preparare dolci e piatti fatti in casa, sa che uno degli elementi madre è la farina.
Sul mercato ne troviamo veramente tantissime varietà ed è bene conoscere quali tipologie di farine sono più adatte per una determinata pietanza e quali per un'altra, dolce o salata essa sia.
Qui ve ne elenco una parte, a mio parere le più usate in ambito culinario, per conoscere più da vicino questo antico ingrediente tanto usato quanto ancora troppo poco approfondito.

- farina 00: è la farina più raffinata che ha quasi esclusivamente amido e proteine. Non contiene né semola né crusca; è povera di sali minerali, vitamine e fibre e non adatta ai celiaci. Adatta per la realizzazione di pasta fresca o pasta all'uovo, dolci, besciamella.

- farina 0: farina di prima scelta, contiene molto amido e poche proteine, ha più glutine rispetto alla farina 00; si usa per la preparazione di dolci rustici e soprattutto per la pasta frolla, pizza e pane.

- farina 1 e 2: farine semi-integrali, meno bianche perché più ricche di crusca. Vengono usate per pane e pizza.

- farina integrale: il grado di raffinazione è inferiore rispetto alle farine 0 e 00 ed è più digeribile come farina e più completa a livello nutrizionale. Ha un colorito più scuro per via della crusca in essa contenuta e quindi più ricca di fibre.

- farina di grano duro: una varietà diversa di grano, viene usata per preparare la pasta e il pane in casa.

- farina manitoba: viene anche chiamata farina americana perché originaria del Canada; è ad alto contenuto proteico, ideale per prodotti da che devono lievitare tanto come panettoni, pizze, baguette, bignè, croissant.

- farina di riso: si ottiene dalla macinatura dei chicci di riso; ha un alto valore nutritivo e tutte le proprietà del riso, oltre che un sapore delicato. Non contiene glutine pertanto è la farina adatta per i celiaci. Si usa per realizzare pane, crackers, grissini, biscotti ed è una delle farine più usate nella cucina orientale.

- farina di grano saraceno: ha un gusto amarognolo rispetto alle farine classiche; è una pianta erbacea quindi non si tratta di un cereale come si pensa abitualmente. Non contiene glutine pertanto adatta a chi soffre di celiachia.

- farina di Kamut: è un grano duro che assomiglia al semolino che rispetto al classico grano è più ricco di proteine, minerali, di magnesio, selenio, zinco e lipidi. Non è adatto ai celiaci perché contiene glutine ma risulta più digeribile e più adatto agli sportivi, donne, bambini e anziani e costa di più delle altre farine di grano.

- farina di patate: detta anche fecola di patate, è in realtà un amido e viene utilizzata per dare un tocco soffice ai dolci.

- maizena o amido di mais: è una polvere bianca finissima sempre usata per rendere più soffici i dolci.

- farina di castagne: prodotta dalla macinatura delle castagne, ha un colorito nocciola e un sapore dolciastro. Non contiene glutine.

- farina di farro: non è adatta ai celiaci ma al contrario per chi fa fatica a digerire prodotti fatti con farine di grano duro e tenero.
E' una farina poco calorica ma nutriente ricca di proteine e di vitamine.



     

mercoledì 22 ottobre 2014

Yogurt greco con miele, mandorle e Olì lavanda / Greek yogurt with honey, almonds and lavender oil





Ingredienti per una porzione:
150 gr di yogurt greco
1 cucchiaio di miele
4/5 mandorle
semi di papavero
Olì lavanda Bio Casali Cellini

Preparazione:
Unire il miele e allo yogurt.
Versarlo nella coppetta e decorare con le mandorle, i semi di papavero e una spruzzata di olio alla lavanda.
Servire immediatamente.


ENGLISH VERSION

Ingredients for 1 serving:
150 gr greek yogurt
1 tblspoon of honey
4/5 almonds
poppy seeds
lavender Olì by Bio Casali Cellini


Method:
Combine honey into yogurt and mix well.
Spoon into the serving small cup and garnish with almonds, poppy seeds and lavender oil squeeze.
Serve immediately.



     

martedì 21 ottobre 2014

Candy apples for Halloween / Mele stregate per Halloween

credit


Ingredienti per 4 persone:
4 mele rosse
4 bastoncini di legno
40 gr di miele
400 gr di zucchero
1 bustina di vanillina
colorante alimentare rosso
100 ml di acqua
cannella in polvere
3 chiodi di garofano

Procedimento:
Lavare accuratamente le mele e inserire il bastoncino di legno nel mezzo.
Per preparare il caramello mettere in una casseruola l'acqua, lo zucchero e il miele e far cuocere mescolando di continuo.
Quando il composto inizia a bollire (circa 100°C) aggiungere il colorante, i chiodi di garofano e un pizzico di cannella.
Cuocere fino alla temperatura di 150°C e poi togliere dal fuoco. Rimuovere i chiodi di garofano.
Passare le mele nel caramello e farle scolare e raffreddare sopra della carta forno.

ENGLISH VERSION

Ingredients for 4 servings:
4 red apples
4 wooden craft sticks
40 gr honey
400 gr sugar
1 pack of vanillin
red food coloring
100 ml water
cinnamon
3 cloves

Method:
Wash the apples and insert craft sticks into apples.
To prepare the caramel put water into saucepan, combine sugar and honey and cook stirring continuosly.
Bring to a boil (about 212°F) and combine the food coloring, cloves and a pinch of cinnamon.
Cook until 302°F and then remove the cloves from mixture.
Cover each apple with caramel and let dry onto greaseproof paper.


     

lunedì 20 ottobre 2014

Audrey Hepburn




"Conosco persone che non mangiamo altro che insalata con l'aceto.
Ma lei non era quel genere: 
mangiava sempre gli spaghetti con ogni tipo di condimento.

Audrey Wilder, amica intima



Follow me on Audrey Hepburn addicted.


      


domenica 19 ottobre 2014

Girandole di sfoglia / Puff pastry pinwheels





Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
fiordifrutta Rigoni di Asiago arance amare
latte
zucchero di canna

Preparazione:
Accendere il forno.
Srotolare la pasta sfoglia e ritagliare dei quadrati di circa 10 cm per lato e disporli sulla teglia da forno foderata.
Praticare 4 tagli negli angoli verso il centro, ma lasciando la parte centrale intatta.
Al centro di ogni quadrato di pasta spalmare un cucchiaino di ?
Piegare 4 punte di ogni angolo verso il centro e pressarle.
Spennellare le girandole con del latte e spolverizzare un po' di zucchero di canna.
Infornare a 180°C per circa 12 minuti o fino a farle dorare.

ENGLISH VERSION



Ingredients:
1 roll of rectangular puff pastry
bitter orange jam by Rigoni di Asiago
milk
organic brown sugar

Directions:
Heat the oven.
Unfold the pastry sheet on a surface over the greaseproof paper and cut square shapes of 10 cm for side.
Spoon 1 teaspoon of jam in the centre of each square.
Using a knife, cut diagonal lines from the corners of the pastry to the centre, (that it remains intact).
Fold every other corner up over the jam to the center, overlapping the points.
Brush lightly the pinwheels with the milk and sprinkle with brown sugar.
Bake at 356°F for about 12 minutes or until the pastry is golden brown.




     

Breakfast at Tiffany's Copyright © 2011-2014 - Powered by Blogger